Curcuma: le mille virtù

Curcuma: le mille virtù

Curcuma: le mille virtù

Cos'è e i suoi benefici

Questa spezia, nota come curcuma longa appartiene alla famiglia delle Zingiberaceae  che conta più di ottanta specie differenti con un elevato potere antiossidante. Si tratta di una pianta erbacea perenne che  raggiunge anche il metro di altezza e  con foglie grandi e fiori gialli. Ma la parte di maggior interesse, è la radice, ovvero un rizoma cilindrico dal colore giallo-arancione.

Una  spezia dalle mille proprietà benefiche, usata da tempo nella tradizione orientale ed introdotta recentemente nella medicina moderna.

Curcuma
[Di Giovanni Dall'Orto - Fotografia auto prodotta]
 La curcuma viene prevalentemente coltivata in zone dal clima caldo e tropicale e trova  largo impiego nella cucina e nella medicina medio-orientale e del sud-est asiatico. Ancora oggi è molto diffusa anche come colorante, vista la forte intensità cromatica che riesce a donare. Per ricavare la spezia vengono fatte bollire a lungo le radici, poi essiccate in forni molto ampi e tritate finemente.

 

 

 

Memoria di ferro con 1 solo gr. di curcuma

curcumaLa curcuma, nonostante il sapore risulti leggermente amaro, garantisce innegabili benefici per la salute, a partire dalla depurazione del fegato e dallo svuotamento della colecisti.

Si tratta di un potente antiossidante, fluidificante del sangue e analgesico naturale,  previene e riduce i dolori alle articolazioni e quelli mestruali. Contrasta inoltre, l'azione dei radicali liberi e svolge un' azione anti tumorale molto importante, grazie alla presenza della curcumina.  La curcuma velocizza anche la riparazione cutanea.

Migliora i livelli di colesterolo nel sangue e favorisce la combustione dei grassi corporei, agevolando anche un lento dimagrimento. Consente una buona digestione e potenzia il sistema immunitario, contrasta la degenerazione neurologica.

Curcuma: proprietà curative e controindicazioni della spezia ayurvedica

Abbiamo visto che la  curcuma è tra le spezie  con maggiori  proprietà benefiche, usata da tempo nella tradizione orientale ed introdotta recentemente nella medicina moderna.

Scopriamo insieme  proprietà, benefici e controindicazioni di questa spezia.

 Caratteristiche e valori nutrizionali

Conosciuta popolarmente come turmeric o, grazie al suo colore giallastro, “zafferano delle Indie”, viene infatti spesso usata in ristorazione come un sostituto dello zafferano, il cui costo è notevolmente superiore e dal sapore decisamente diverso. Viene utilizzata come colorante alimentare ed indicata nelle tabelle nutrizionali con la sigla E100.int

I  principali componenti della curcuma, il cui effetto è motivo di interesse scientifico, sono i curcuminoidi, molecole composte da due anelli aromatici che conferiscono alla polvere il colore giallastro. Di questi, l’80% è rappresentato dal diferuloilmetano, detta curcumina, il resto da demetossicurcumina e bis-demetossicurcumina e da oli volatili quali il turmerone, l’atlantone e lo zingiberene. Questi ultimi responsabili dell’aroma particolarmente caratteristico della spezia e simile alla senape. Vediamo ora i valori nutrizionali della curcuma, riportati nella tabella sottostante.

curcuma

Fonte: https://www.viversano.net/alimentazione/mangiare-sano/proprieta-benefici-della-curcuma/?utm_source=pocket_saves

Privacy Policy Cookie Policy